Perché scegliere Salesforce Commerce Cloud?

Wolverine gestisce dodici brand diversi, ognuno con pubblico e abitudini di acquisto distinti. Tutti i brand operano su Salesforce Commerce Cloud, con un’architettura condivisa e un codice di base dell’esperienza utente che “ci permettono di scalare e sfruttare le risorse in modo molto efficiente, tenendo sotto controllo i costi tecnologici e abbattendo i costi complessivi”, afferma Pete Buzzell, Global Technology Support Manager. Wolverine sfrutta inoltre il programma di partner tecnologici Commerce Cloud LINK per accelerare i tempi di commercializzazione e assicurare la coerenza tra tutti i brand. 

Per semplificare ulteriormente la procedura di checkout da dispositivi mobili, Wolverine intende estendere l’uso di Apple Pay oltre la pagina di checkout, includendo la funzione nelle pagine dei dettagli dei prodotti, facilitando ancor di più gli acquisti da smartphone o tablet ed eliminando totalmente la pagina di checkout. Con decine di integrazioni di terze parti nelle pagine di prodotto, Wolverine dedicherà i prossimi mesi a garantirne la compatibilità con i protocolli di sicurezza e ad aggiornare il sito con la nuova rete di distribuzione contenuti di Commerce Cloud.

Dopo il lancio di Apple Pay, Wolverine ha registrato un aumento del 19% nelle conversioni totali da dispositivi mobili e un aumento del 21% nelle conversioni da iPhone per i suoi brand. Per alcuni brand, le conversioni da iPhone sono migliorate fino al 33%. 

Inoltre, Wolverine è riuscita a ridurre il numero di campi da compilare durante la procedura di checkout fino al 75%. Questo ha determinato una “notevole riduzione dell’abbandono dei carrelli da parte degli acquirenti da dispositivi mobili”. 

“Abbiamo ridotto i costi legati alla tecnologia, migliorato i tempi di commercializzazione e aumentato il fatturato”. 

Jason Pawloski, , Senior Director of Direct-to-Consumer Technology, Wolverine
Search terms must be at least 3 characters long